Come proteggere i contenuti e trarre vantaggio da chi ce li ruba

Proteggere i contenuti che si creano sul Web non è affatto semplice e un modo sicuro al 100% non c’è. A tale scopo, come sai, possono aiutare le licenze Creative Commons. Nei giorni scorsi ho testato un utile plugin che permette di automatizzare e personalizzare la licenza per ogni singolo articolo e molto altro.
Il plugin in questione si chiama Creative Commons Generator per ora è disponibile solo nella lingua inglese e spagnola e questo non è un problema. Infatti, poiché tra i file del plugin è disponibile il file della lingua di origine modificabile, l’ho tradotto in italiano.

proteggere i contenuti: plugin creative commons

Ovviamente per proteggere i contenuti inserendo il codice della licenza Creative Commons non è necessario un plugin, puoi metterlo manualmente nel footer. Con Creative Common Generator però puoi inserisce alla fine di ogni tuo contenuto l riferimenti al tipo di licenza scelta e il link all’autore o un link personalizzato.

In questo modo se il contenuto ti viene rubato da uno dei tanti boot hai un link di protezione che ti identifica come autore, può essere più facilmente rintracciato e far avere anche un ritorno in termini di traffico. Inoltre può essere particolarmente interessante se vuoi inserire contenuti con differenti tipi di licenze. Puoi vederne una panoramica nel video in fondo al post e scaricarlo direttamente.

Con questo semplice e utile plugin puoi:

  • configurare la licenza Creative Commons e includerla nel tuo blog per la protezione contro l’uso improprio o l’uso non autorizzato;
  • inserire automaticamente le Immagini dei loghi ufficiali fornite da creativecommons.org:
  • inserire tutte le licenze nella versione 3.0 con giurisdizione internazionale;
  • scegliere impostazioni generali per tutti i post pubblicati;
  • impostazioni specifiche per ogni post. Cambiare tipo di licenza, autore, link, titolo del lavoro e altro ancora…

Come dicevo una volta scelte le varie opzioni il plugin aggiunge alla fine di ogni articolo la descrizione del tipo di licenza scelta il nome dell’autore, il link e il titolo del post e di seguito il link verso la pagina della licenza. Purtroppo questo link porta sempre verso pagine originali di Creative Commons in lingua inglese.

Allora ho portato un paio di modifiche a un file del plugin per far si che, quando l’utente clicca sul nostro link, vada alle equivalenti pagine in lingua italiana. Quindi tutto ok penserai. In realtà il problema è che se effettui un aggiornamento automatico del plugin i file che ho personalizzato vengono rimossi. Non credo sia un gran problema e puoi tranquillamente inviare gli utenti verso la lingua inglese ma, se ti interessa usare e mantenere questo plugin con riferimenti e funzioni in lingua italiana, non devi fare aggiornamenti automatici, o meglio, se li fai poi devi correggere nuovamente come ho fatto io.

Ti interessa proteggere i contenuti in questo modo senza però perder tempo? Qua sotto c’è il plugin completo con le istruzioni delle correzioni che ho fatto (3-4) di conseguenza, se va aggiornato (capiterà molto di rado), in pochi minuti potrai sempre correggere nuovamente il tutto.

Anzi, quando c’è un aggiornamento, ti consiglio di scaricare il plugin da WordPress sul tuo computer, fare le correzioni, aggiornare il plugin dal tuo sito WordPress quindi ricaricare il file della lingua italiana che ho inserito (non va più modificato) e solo il file corretto via ftp o tutto il plugin tramite WordPress. Ci vogliono 5 minuti come vedi nel video.

Dal seguente link puoi scaricare il plugin aggiornato e tradotto compreso di istruzioni.

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *