Hai fatto un sito stupendo ma il traffico non arriva?

Internet offre diverse possibilità per lavorare da casa, apri la tua finestra sul mondo, crei un sito stupendo per vendere i tuoi prodotti, quelli di altri, in drop shipp, eccetera, poi ti metti lì e aspetti.

Arrivano valanghe di utenti e acquistano!

Sarebbe troppo bello ma non funziona così.

Purtroppo i visitatori non arrivano o ne arrivano pochi e non acquistano.

La speranza è l’ultima a morire ma la realtà è che ti serve traffico targhettizzato, forse non hai bisogno di migliaia di visitatori ma sicuramente di quelli giusti e non è semplice, richiede molto lavoro.  Puoi ottenere questo risultato pagando, tramite AdWords o altri strumenti pubblicitari, oppure gratuitamente,

impiegando il tuo tempo a svolgere le operazioni necessarie ad attirare visitatori interessati.

Traffico_web?

Quello che si dice dovrebbe fare il successo del tuo sito è il contenuto, scrivi cose interessanti e utili e il traffico sarà una logica conseguenza.

La realtà non è proprio così.

è vero che il contenuto è il re, in particolare per un blog in cui si pubblica con regolarità ma, oltre a questo, per portare visitatori interessati al tuo sito, sono necessarie tecniche di SEM.

Cos’è il SEM?

Il SEM (search engine marketing) è un insieme di tecniche di marketing utili alla diffusione dei contenuti in rete e che mirano a portare traffico qualificato verso specifiche pagine web con un conseguente aumento della popolarità.

Il tutto, se ben organizzato e gestito nel tempo, porterà alla creazione di traffico mirato, realmente interessato a ciò che offri, di conseguenza maggiori possibilità in termini economici se il tuo sito ti serve per guadagnare.

Il SEM “punta” in tre direzioni

Il SEO (search engine optimization) :

riguarda le operazioni che servono all’ottimizzazione delle pagine web ai fini dell’indicizzazione e a un migliore posizionamento nei risultati forniti dai motori di ricerca. In pratica tutte quelle strategie che nel medio lungo periodo ti porteranno traffico organico targhettizzato, naturale, “gratuito”.

La SEA (search engine advertising), pubblicità tramite canali quali:
Google AdWords
Yaooh search marketing
Microsoft adcenter

E la Paid Inclusion
che ormai non viene quasi più usata

Quindi dato che a te interessa traffico mirato e gratuito parliamo di SEO

Tra le tante operazioni che richiede un buon lavoro SEO, una tecnica che porta ottimi risultati è quella di creare link verso il tuo sito, backlink.

Come fare

i modi sono molteplici e sarebbe utile usarli, con equilibrio, un po’ tutti:

  • Partecipare ai forum del tuo settore;
  • Commentare nei blog della tua nicchia;
  • Tramite Social etwork quali Facebook, Twitter, Myspace, Friendfeed, etc…;
  • Fare Article Marketing;
  • Sfruttare i Social Bookmark;
  • Comunicati Stampa;
  • Partecipando a Yahoo Answers;
  • e altro ancora…

Questa tecnica, se svolta in modo corretto, da due principali benefici:

  1. porta traffico in modo diretto tramite i navigatori che cliccheranno sui tuoi link in rete;
  2. nel tempo contribuisce a migliorare il posizionamento del sito nei motori di ricerca poiché, il numero e l’importanza dei link in entrata, sono due degli elementi tenuti in grande considerazione dagli stessi.

Ricorda però che, i backlink che crei non sono tutti uguali, non basta fare scambio di link(può addirittura essere molto dannoso), o lasciare la tua firma su siti qualunque, per avere buoni riscontri i link che crei devono possibilmente arrivare da siti rilevanti e attinenti al tuo settore.

In sostanza non ha senso riempire il web con la tua “firma” ma nemmeno puntare solo ai siti importanti. Fai una cosa equilibrata cercando di mettere i tuoi link nei siti giusti in modo abbastanza diffuso e soprattutto graduale.

Avrai notato che qualche riga sopra ho scritto gratuito tra gli apici, il motivo è perché di fatto tu non paghi, il traffico che riesci a ottenere in modo naturale dai motori di ricerca e dal web in genere, ma ti costa “solo” il tempo per apprendere come si fa e per mettere in pratica il tutto.

In questo post ti ho fatto un elenco dei metodi per creare backlink, se sai come procedere non ti resta che darti da fare. Altrimenti segui i prossimi articoli sull’argomento perché anche in questo settore ci sono modi giusti e sbagliati per fare le cose e ne voglio scrivere punto per punto.

Seguimi… 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

19 + uno =