SEO e traffico Web: ha ancora senso investire nel posizionamento sui motori di ricerca?

Ha senso oggi investire nella SEO? Se si, meglio fare da sé o delegare? Ti pongo queste domande perché molti sono convinti che la SEO sia ormai finita. Visti anche i continui cambiamenti per limitarne le tecniche da parte di Google e la sempre maggior rilevanza che ha ciò che viene condiviso tramite i Social Media.

 

Io credo che oggi più di prima tutti debbano capire un po’ questa materia e adattarla alle proprie esigenze.

Quando si ha bisogno di traffico mirato personalmente ritengo sia molto meglio, nei limiti del possibile, usare pubblicità a pagamento tipo AdWords e simili. Si avviano campagne in un attimo e in tempo reale puoi vedere i risultati; capire cosa funziona o meno. Oggi però tra costi in continuo aumento e regole sempre più restrittive in alcuni casi può essere un bel problema usare tali mezzi per questo è necessario, e comunque sempre meglio, diversificare e cercare fonti alternative come la SEO.

Apro una breve parentesi nel caso non avessi confidenza con questo termine. SEO è l’acronimo di (search engine optimitazion) ed è il ramo che si occupa di portare al sito traffico organico (dai motori di ricerca) “gratuito” mirato, targettizzato. Ovvero posizionamento sui motori di ricerca.

traffico web e posizionamennto motori di ricerca

 

Perché ti serve la SEO?

Ti sei mai chiesto con che criterio Google restituisce i risultati? In che modo risponde alle ricerche degli utenti? Come stabilisce che un sito piuttosto che un altro debba apparire nelle prime posizioni?

Scrivi contenuti interessanti per l’utente e Google ti premierà.

Non a caso sul Web da sempre si dice “il contenuto è il re”.

Questa affermazione è certo vera ma purtroppo non è sufficiente creare ottimi contenuti per scalare gli indici di Google. Scrivere articoli di qualità è essenziale ma oltre a questo subentrano altri fattori.

Immagina di avere 10 siti che trattano argomenti simili, tutti eccellenti, meriterebbero tutti la prima posizione ma ovviamente non è possibile.

Ecco allora entrare in gioco la SEO (ma non solo).

Google utilizza oltre 200 fattori per valutare un sito web, questi fattori non sono tutti dichiarati e quindi conosciuti in modo certo ma, in parte, solo ipotizzati tramite test e prove.

In pratica fare SEO, posizionamento sui motori di ricerca, significa cercare di far piacere più il nostro sito a Google piuttosto che gli altri, superare la concorrenza.

Anche per questo va precisata una cosa: i siti che si trovano nelle prime posizioni dei motori non per forza sono i migliori, anzi, spesso hanno alle spalle esperti che conoscono bene le tecniche SEO che appunto permettono, anche, di sfruttare alcune lacune dei motori. E in certi casi siti che sfruttano tecniche vietate da Google cosiddette black hat.

Considera che un buon posizionamento sui motori di ricerca dipende principalmente da 3 fattori:

  • Concorrenza: a seconda dell’obiettivo che vuoi raggiungere è fondamentale conoscere la concorrenza. Se sei in una nicchia di mercato molto concorrenziale o se stai tentando di posizionarti con parole chiave in cui la competizione è molto alta potresti non avere speranze;
  • Fattori On-Site: il 20% dei risultati dipende da come avrai ottimizzato il tuo sito, in casi rari (nicchie molto specifiche) è sufficiente un ottimizzazione fatta bene del sito per emergere rispetto agli altri;
  • Fattori Off-Site: nel 90% dei casi l’ottimizzazione On-Site non basta e l’80% dei risultati dipenderà da ciò che farai esternamente al tuo sito e da come gli utenti dimostreranno di apprezzarlo condividendone i contenuti sui vari Social, ovvero dai fattori off-site.

Ora forse stai pensando: se l’80% dei risultati dipende dall’esterno mi concentro solo su quello!

SBAGLIATO! 🙂

L’ottimizzazione interna al sito va fatta comunque e nel migliore dei modi altrimenti viene vanificato il resto del lavoro.

Conoscere le tecniche SEO aiuta a migliorare il proprio marchio, la propria reputazione (più sei trovato e più sei popolare) inoltre porta ovvi vantaggi, una volta capito il meccanismo, veicolando verso il tuo spazio tantissime visite gratuite. Preciso che i risultati non si vedono in tempi brevi ma bisogna applicarsi un po’ e solo dopo un certo periodo raccogliere i frutti.

In parole semplici, Investire nel posizionamento sui motori di ricerca da un eccezionale ritorno di investimento a lungo termine.

Ma non hai detto che per molti la SEO è finita?

Vero, sicuramente in futuro saranno sempre più importanti i contenuti e la condivisione ma le tecniche fondamentali di questa materia daranno sempre frutti positivi. In realtà, a subire maggiormente l’effetto negativo dei cambiamenti di Google in primis, saranno quelli che non rispettano le regole.

Per chi invece fa un uso “normale” della SEO i risultati ci saranno sempre. E soprattutto, studiare le tecniche di posizionamento sui motori di ricerca sarà più semplice, alla portata di tutti.

Considera questo punto fondamentale: se io e te trattiamo argomenti simili e scriviamo contenuti di qualità equivalente ma tu usi correttamente le tecniche SEO, mentre io non le conosco, tu sarai posizionato sempre meglio. Semplice.

Perché è preferibile che ti occupi tu della SEO?

Vi sono in circolazione tanti validi corsi o ebook sul tema. Di conseguenza se sei interessato e hai un minimo di buona volontà puoi tranquillamente apprendere le giuste competenze.

Chiedersi che utilità possa avere studiare una guida, un corso, sulla SEO, quando e molto più semplice assumere qualcuno che faccia il lavoro per te, significa avere a disposizione un sacco di denaro da buttare e nulla da perdere.

Delegare a terzi ha senso per “entità” medio/grandi che hanno grandi budget e in certi casi è la via migliore, se non obbligata. A mio avviso, ha poco senso per singoli, piccole aziende, artigiani, ecc. Se si può evitare meglio, anche perché, oltre che dispendioso, può essere rischioso poiché non hai alcun controllo su un processo fondamentale.

Sei già super impegnato e non hai tempo di studiare? Coinvolgi un familiare o un collaboratore fidato e affidagli questa mansione. Non hai proprio nessuno di cui fidarti? Beh allora delega ma non lasciare alla concorrenza i vantaggi che offre la SEO. 😉

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *