L’Autoresponder non è un Autoresponder ma è l’Autoresponder!

Certo, leggendo il titolo pensi non abbia senso e sia uscito di senno. In realtà è proprio quello che volevo dire. 🙂

Il termine Autoresponder (o autorisponditore) indica mezzi molto diversi tra loro e può essere motivo di grande confusione.

Se parli con chi si occupa normalmente di Web marketing l’autoresponder è uno strumento. Se ti rivolgi a chi usa semplicemente un servizio di hosting l’autoresponder è un altro strumento, e se con chi usa regolarmente un normale programma di posta elettronica l’autoresponder è un’alta cosa ancora.

Autoresponder Professionale

Ecco i tre tipi di autoresponer:

  1. L’autoresponder che puoi gestire da alcuni programmi direttamente sul tuo computer è una semplice funzione che permette di inserire una risposta automatica che verrà inviata ogni volta a chi ti scrive. Utile per esempio quando vai in ferie per far sapere in automatico che sei fuori sede e quando ritornerai.
  2. Il secondo, è una funzione praticamente uguale, che mettono a disposizione quasi tutti i servizi di hosting e ha qualche opzione in più tipo: inviare la risposta automatica incorporando anche il nome, l’email e l’oggetto del messaggio di chi ti contatta, scegliere anche una data precisa in cui deve essere inviata la risposta e quando terminarla, stop.
  3. L’autoresponder usato nel marketing (chiamiamolo autoresponder professionale) è un mezzo fondamentale per chi vuole sfruttare a fondo l’email per fare marketing. Può dare risultati straordinari.

La seconda opzione può generare malintesi madornali. Infatti chi si avvicina ai discorsi legati al Web Marketing sentendo parlare dell’importanza dell’autoresponder, senza approfondire, acquista un servizio di hosting dove tra le opzioni è scritto che è incluso l’autoresponder e poi rimane deluso nel constatare che non c’entra nulla con lo strumento di marketing.

L’autoresponder Professionale

L’autoresponder professionale viene usato per gestire tutto l’elaborato processo che ci può essere dietro all’iscrizione a una newsletter o lista contatti e (almeno per ora) non lo trovi integrato nei servizi del tuo hosting. È un extra per cui normalmente si paga un canone mensile o si usa uno script specifico da installare sul proprio spazio web.

Semplificando è un mezzo che permette di automatizzare al massimo il lavoro di email marketing, di capire cosa funziona o meno nella tua comunicazione e personalizzare i messaggi in base alle esigenze degli utenti.

Senza entrare troppo nelle specifiche, poiché a seconda del servizio può essere dotato di molte e differenti funzioni, viene usato per inviare grandi quantitativi di messaggi in un colpo solo e soprattutto, se usato bene, ti permette di creare una relazione con i tuoi contatti creando processi quasi completamente automatizzati. In pratica fa un lavoro enorme permettendoti di risparmiare tempo e risorse

L’Autoresponder e il Follow-Up

Tra le tante funzioni di cui può disporre la più importante è il Follow up che, come dice la parola, permette appunto di “seguire” gli utenti.

In sostanza con il follow up puoi programmare una serie di messaggi che verranno inviati in automatico a chi si iscrive a una tua precisa lista (puoi creare diverse liste) seguendo i tempi che tu hai deciso a prescindere dal momento in cui l’utente si iscrive.

Per esempio il primo messaggio il primo giorno, un secondo dopo tre giorni, un terzo dopo una settimana e via di seguito…

Ma come dicevo ha tante altre opzioni:

  • prima di tutto semplifica il processo di iscrizione e cancellazione alla tua lista per l’utente;
  • è possibile consultare statistiche precise delle tue campagne, sapere quante email sono arrivate a destinazione, quante sono state aperte, quante lette, ecc… ;
  • puoi creare liste diverse in base ad argomenti specifici e segmentarle per sotto argomenti;
  • creare sondaggi;
  • scegliere un opzione specifica quando un utente compie un azione e molto altro.

Spero che sia chiara la grande differenza che c’è tra un Autoresponder Professionale e i primi due che ti ho illustrato. anche per questo non è un servizio che puoi avere gratuitamente (salvo rare eccezioni) ma solitamente richiede un minimo investimento.

Ricorda comunque che se vuoi far fare un salto di qualità alla tua attività sul web sarà difficile fare a meno di un autoresponder. 😉

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *