I 5 migliori plugin WordPress gratuiti per inserire shortcode

Vuoi usare in modo semplice gli shortcode in WordPress? Allora installa un plugin specifico ed evita gli shortcode integrati nei temi.

In rete si trovano tantissimi plugin per questo scopo, i più buoni sono a pagamento ma fortunatamente, per ora, ci sono alcune ottime soluzioni gratuite.

Intanto, se non hai familiarità con questo termine, ti consiglio di leggere questo articolo in cui spiego cosa sono gli shortcode WordPress e come è meglio usarli (e non usarli).

Di seguito ti segnalo quelli che al momento, per me, sono i migliori 5 plugin gratuiti e ti mostro un piccolo test fatto, sulla velocità di caricamento, che ti aiuterà a capire meglio quello che ti conviene usare. Infine ho messo un video in cui puoi vedere una panoramica sul plugin più usato.

Sono tutti responsive.

Simnor shortcode

Simmor shortcodes

il più semplice di tutti. Una volta attivato aggiunge un pulsante all’editor di WordPress. Permette di creare al volo Pulsanti, Colonne, Pulsanti social, inserire Media (Youtube/Vimeo), Toggle/Accordion (sezioni a discesa ideali per creare FAQ..), Tabs e Google map.

La grafica di base è gradevole ma non permette particolari personalizzazioni. Se non mettere icone personalizzate per ogni elemento. Le caratteristiche migliori sono semplicità e leggerezza.

WordPress Shortcode (sinved)Synved shortcode

Anche questo una volta attivato aggiunge all’editor un pulsante per inserire gli shortcode. Ha più o meno gli stessi shortcode del precedente, qualcosina in più, e una grafica meno basilare.

Non si può personalizzare molto ma di positivo c’è l’anteprima reale (quando selezioni uno shortcode vedi un anteprima grafica prima di inserirlo nell’articolo). Volendo è possibile acquistare altri shortcode e soprattutto grafiche più accattivanti a parte.

WP Shortcode Canvaswp-canvas shortcode

 

Altro buon plugin con tantissimi shortcode pronti all’uso. Aggiunge due pulsanti all’editor di WP, uno per le icone awesome e uno per gli shortcode generali.

Non è molto pratico in quanto non ha nulla di visuale, di conseguenza per renderti conto di cosa stai facendo devi inserire uno shortcode nell’editor e cliccare sull’anteprima di WordPress. Inoltre non permette molte regolazioni.

Rispetto ai prededenti ha più shortcode, tipo: tabelle prezzi, progress bar, Countdown, Testimonials, Bordi, Code snippet e altro ancora.

Easy Bootstrap Shortcode

fm banner-772x250-Easy Bootstrap Shortcode

A differenza dei precedenti questo plugin non aggiunge un unico pulsante ma una serie alla barra dell’editor. Inoltre dispone di un proprio widget per inserire gli shortcode anche nelle barre laterali e in tutte le aree widget. Gli shortcode in questo caso vanno però aggiunti manualmente.

L’assortimento è buono (24 shortcode). Oltre a quelli più comuni visti sopra c’è la possibilità di inserire un gruppo di pulsanti in linea, con menu a discesa, immagini con tre effetti, slideshow e altro.

Puoi scaricare la versione gratuita dalla directory plugin di WordPress. Inoltre c’è una versione più completa a pagamento.

Shortcode UltimateShortcode ultimate

 

Quello che preferisco. Ormai un must tra questo genere di plugin. Oltre ad aggiungere un pulsante all’editor di WP, dispone di un proprio widget  che permette di inserire shortcode nei widget come quando usi l’editor di WP, tutto visuale.

Ha quasi tutti gli shortcode sopra elencati e molti altri (circa 40) è il più completo. Un’anteprima reale ottima e la possibilità di modificare molti parametri di ogni shortcode. Sfrutta i css3 ed è responsive. Ha inoltre una sezione esempi da cui trarre ispirazione per personalizzare gli shortcode e, volendo, integrarne uno all’altro. Interessante anche la possibilità di aggiungere css personalizzato (guardando gli esempi è facile capire come fare).

Questo plugin è già molto completo di base ma, se vuoi qualcosa in più o avere diversi tipi di stili pronti all’uso, puoi acquistare gli add-on a un prezzo ragionevole.

Puoi vedere in video una panoramica generale (presta particolare attenzione al minuto 5:20).

Occhio alle prestazioni

Come sai bisogna fare attenzione a non usare troppi plugin e soprattutto sceglierli bene perché certi usano molte risorse e appesantiscono il sito rendendolo più lento.

Per questo ho misurato le prestazioni singolarmente e poi attivandoli tutti insieme. Come puoi vedere dal grafico sotto il plugin più “leggero” è Simmor seguito da Easy boostrap, WP Canvas, Shortcode ultimate e il più pesante è Synved shortcode.

grafico shortcode

Questo è un test semplice, andrebbero valutati molti altri fattori (per esempio l’interazione con altri plugin), inoltre i plugin hanno caratteristiche diverse. Il più completo è Shortcode Ultimate e quello meno è Simnor (appunto il più leggero).

Quindi, quale plugin shortcode usare?

Dipende da cosa ti serve, dai tuoi gusti e da quanto tieni a non appesantire il sito.

Premesso che vanno bene tutti.

Volendo scegliere escluderei Sinved perché nettamente più pesante (già nella versione gratuita neanche molto completa).

Invece il motivo per cui escluderei Easy Bootstrap (che è leggero e molto buono) è perché i produttori puntano molto a vendere la versione completa; per questo ogni tanto tolgono opzioni alla versione gratuita, è un po’ invasivo e i prezzi della versione completa sono alti.

Lascerei fuori anche WP Canvas, solo per il fatto che non ha l’anteprima visuale.

Quindi le mie preferenze vanno a: Simnor shortcode o Shortcode Ultimate

Se ti bastano le funzioni di Simnor sicuramente è meglio poiché decisamente leggero. Se invece ti servono altre opzioni io opterei per Shortcode Ultimate.

Tu usi gli shortcode WordPress? Preferisci con plugin o integrati nel tema?

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *