Come installare WordPress in locale in meno di un minuto. 5 modi…

Io consiglio sempre di installare WordPress in locale (sul computer), per far pratica o test, un’operazione che può risultare banale per chi è esperto quanto complessa per chi non ha competenze in materia. In realtà oggi esistono diversi metodi che rendono questa operazione semplice per tutti. Anche per questo ti suggerisco di approfittarne soprattutto se sei alle prime armi.

Ora ti mostro quindi 5 modi differenti, tutti validi, così potrai scegliere quello che fa per te e volendo usare uno o l’altro a seconda del contesto. 🙂

I motivi per cui dovresti creare una installazione sul tuo computer del sito web sono molti ma, principalmente, direi che così puoi fare tutte le prove che vuoi in totale tranquillità e velocità. Il risultato è immediato e se fai disastri nessuno ti vede.

Le stesse prove le puoi effettuare anche sul Web. Per esempio creandoti una seconda installazione di WordPress in una sotto cartella non visibile a terzi. Però lavorare in locale ti permette di fare cambiamenti in modo, molto più rapido e pratico. Non c’è paragone!

Convinto? Ok allora vediamo questi 5 metodi. Prima ti faccio una panoramica (nel mio video corso ho inserito due videotutorial dettagliati che ti illustrano come fare), a fine articolo ti mostro in un brevissimo video il metodo più rapido.

Come installare WordPress in locale: 5 modi

1. installa un server locale

Questa è la via più utilizzata perché, pur essendo semplice, permette di eseguire moltissime  operazioni. Esistono diversi software che ti permettono di avere un server locale sul tuo computer. Personalmente mi trovo molto bene con Xampp.

Xampp è disponibile sia nella versione con l’installer che portabile, è disponibile in lingua italiana, compatibile con i principali sistemi operativi (Linux, Windows e Mac) e in pochi minuti lo puoi avere sul tuo computer. Se ti interessa ho realizzato due video qualche anno fa che sono ancora attuali (fanno un po’ pena ma si capisce bene come procedere…).

La parte 1 per installare un server locale con Xampp e la parte due.

Con questa piattaforma potrai poi creare quanti siti WordPress desideri o siti usando altre applicazioni (Drupal, Joomla, ecc…). Testare insomma applicazioni di ogni genere che necessitano di questo ambiente.

Una volta installato XAMPP ti basterà creare un database, scaricare l’ultima versione di WorPress, mettere tuutti i file in una cartella (che puoi chiamare come vuoi) all’interno di htdocs e avviare l’installazione come dovessi farlo online (puoi vedere questi video: come installare WordPress).

2. Tramite un software specifico

Se vuoi fare ancora più in fretta puoi usare Bitnami, un software anch’esso compatibile con i principali sistemi operativi (non disponibile in lingua italiana ma semplicissimo da usare).

In pratica Bitnami ti crea il server locale con tutte le applicazioni più importanti e contemporaneamente installa anche il sito con l’aplicazione che hai scelto.

Procedi in questo modo: crei un account, scegli il pacchetto del software con l’applicazione che vuoi installare (nel nostro caso WordPress). Scarichi il tutto, fai partire l’installazione seguendo i pochi e semplici passi richiesti e in cinque minuti hai il tuo sito wordpress pronto per gli esperimenti.

Volendo puoi scegliere la versione multisito (per creare quante installazioni WordPress vuoi). Non te la consiglio, io ho riscontrato diversi problemi.

Una volta fatta la prima installazione in seguito potrai aggiungere altre applicazioni (Drupal, Magento, ecc) scegliendo solo il pacchetto specifico.

http://bitnami.com/

3. Con un software Microsoft

Microsoft Web Platform è un software gratuito che in pochi click ti permette di installare diverse applicazioni un po’ come Bitmani, tra cui appunto WordPress. Compatibile solo per Windows è disponibile in varie lingue tra cui l’italiano.

Come prima operazione devi scaricare la piattaforma dal sito ufficiale microsoft e lanciarla come un qualsiasi software. Questa di fatto scaricherà e installerà le applicazioni necessarie dal sito Microsoft. Nella fase di installazione ovviamente scegli WordPress.

A meno tu non abbia dimestichezza con questo genere di programmi segui semplicemente i passaggi che ti vengono proposti senza fare personalizzazioni.

Anche quando ti vengono chiesti i dati per la creazione del database, nome utente ecc.., lascia tutto come preimpostato. Al momento della scelta del nome sito scegli quello che vuoi potrai sempre cambiarlo dalla bacheca di WordPress.

In pochi minuti il tuo sito sarà pronto e se vorrai in seguito potrai aggiungere altri CMS tipo Joomla, DotNetNuke e molti altri.

http://www.microsoft.com/web/downloads/

Se ti interessa qui trovi un breve video tutorial

4. WordPress dove vuoi senza installare nulla

Vuoi un modo ancora più rapido per avere il tuo sito con WordPress sul tuo computer?

Questa è compatibile solo per chi usa Windows.

In questo caso scarichi l’applicazione, quindi, poiché è un software portabile, ti basta estrarre il contenuto in una cartella del tuo computer o dove preferisci (chiavetta usb, scheda esterna, ecc).

Di seguito entrare nella cartella e avviare l’applicazione cliccando sul file con estensione WP-Portable.exe. A questo punto apri il browser e digita http://localhost/wordpress e puoi vedere il sito pronto. Per accedere alla bacheca dovrai digitare lo stesso indirizzo seguito da /wp-admin e inserire username e password che sono di default admin.

Tutto qui. Ora potrai anche portare la tua installazione WordPress con te e usarla da qualsiasi pc.

http://wordpress-portable.webnode.com/

5. La via più veloce in assoluto: Instant WordPress

Il nome dice già tutto! 🙂

Anche questa è un’applicazione portabile e se la metti su una chiavetta la potrai usare dove vuoi. L’ho lasciata per ultima ma è davvero una chicca per creare al volo siti web per test specifici con WordPress.

Infatti con questo metodo in meno di un minuto hai pronto il tuo sito WordPress. Lo puoi vedere nel video.

Istant WordPress, come i due precedenti, funziona solo per Windows. Anche in questo caso non installi nulla sul tuo computer, niente va ad appesantire il registro di sistema. Una volta scaricato il software lo fai partire e scegli una cartella o una chiavetta in cui estrarre il contenuto.

Quindi entri nella cartella in cui hai estratto tutto e avvii il programma cliccando due volte sul file InstantWP. A questo punto si apre il pannello di controllo che ti permette di accedere a tutto:

  • dati di accesso (username=admin e password=password);
  • cartelle dei plugin e dei temi;
  • php myadmin;
  • vedere subito come si presenta il tuo sito esternamente o effettuare l’accesso all’interno di WordPress e iniziare a sperimentare e personalizzare il tuo sito.

Pannello IstantWP

Con il sito vengono installati anche una serie di pagine e articoli a titolo di esempio (in inglese). Sono molto comodi perché in questo modo hai già pronti dei contenuti e avere un’idea chiara di come si presenta il sito. Ovviamente puoi cancellarli tutti.

Con questo procedimento, se ti servisse, puoi creare quanti siti di prova vuoi. Dovrai solo mantenere il file di installazione di origine ed estrarre il contenuto in differenti cartelle. Un limite è che potrai poi avviare un solo sito alla volta.

http://www.instantwp.com/

Per concludere

Ti ho mostrato i 5 metodi per installare WordPress in locale che ho provato. Sono tutti validi. Personalmente io ho installato e uso XAMPP per i test più lunghi e importanti ma per fare test veloci preferisco Instant WordPress. Quindi li uso entrambi.

Tu prova e scegli quello che si adatta meglio alle tue esigenze. Il bello con Istant WordPress è che puoi tranquillamente tenerlo a disposizione e avviarlo solo per le operazioni più veloci, o quando ti va, e per test più impegnativi usare qualcosa di più completo e robusto.

Comunque sia, mi raccomando, sfrutta queste possibilità per testare!

Forse usi altri sistemi? Preferisci fare prove direttamente online?

Fammi sapere cosa ne pensi… 😉

Potrebbe interessarti

Commento Pagina: 1 of 2Commenti Successivi »

91 commenti in “Come installare WordPress in locale in meno di un minuto. 5 modi…

Avatar image

Ottimo post, Marco. Sono convinto che molti non sanno che WordPress si può installare in locale sul proprio PC, al riparo da sguardi indiscreti. (quando si tratta di fare prove ed esperimenti, non è bello che tutti siano spettatori dei nostri errori). Grazie.

Avatar image
Marco 21:32

Ciao Piero,
credo anch’io, inoltre è così comodo poter fare cambiamenti veloci. Lo ripeto sempre a tutti: prima farsi un po’ di “muscoli” lavorando in locale con WordPress… 😉

Grazie del commento.

A presto Piero

Avatar image

Ciao Marco e complimenti.

Io ho scelto la strada numero 1 installando XAMPP e devo dire che mi trovo davvero benissimo.

Grazie mille per questa risorsa estremamente utile e forse troppo sottovalutata (sei il primo che parla di questo argomento). Adesso tutti i miei test li farò sempre in locale.

Un saluto e alla prossima…

Avatar image
Marco 10:32

Ciao Umberto,
grazie del commento.

Mi fa piacere ti sia trovato bene. Comunque ne hanno già scritto in tanti. Diciamo che io questa volta ho voluto mettere in un solo articolo 5 metodi per installare WordPress in locale in un colpo solo. Così uno li confronta e trae le conclusioni. Sempre testare…

A presto… 😉

Avatar image
Andrea 21:33

Ciao Marco, il tuo articolo è però incompleto… non spieghi come trasferire il lavoro in locale in www e come tornare indietro o correggerlo in caso di errori.
(Naturalmente per averlo giudicato incompleto è ovvio che sto scherzando.) Il fatto è che avere delle dritte sulle mie domande, spiegate in maniera semplice tanto da apparire da apparire banali, come hai dimostrato di saper fare, non è facile trovarle in giro. Però se riuscissi a completare l’articolo con queste “dritte” il risultato sarà servito su un piatto d’argento. Se infine, realizzassi una guida per la realizzazione di un blog o sito, anche a pagamento, magari nelle varie esigenze, personale, professionale, commerciale ecc., il risultato sarà servito su un piatto d’oro.
Ricordo un moto coniato da Henry Ford “La tecnologia non serve se non la si mette a disposizione di tutti”.
Immagina un settantenne che compra un iphone, che fra tutti viene dichiarato come il più intuitivo e semplice da usare. Ma smettiamola, facciamo meno i boriosi che mettono in ridicolo coloro che trovano ovvie difficoltà a gestire un nuovo prodotto tecnologico. Si realizzano app che finalizzano risultati sempre più automatici, si disegnano sistemi operativi molto carini nella grafica e visualizzazione plastica, ma si dimentica troppo spesso cosa significhi “Essenzialità, Intuitività e Facilità di utilizzo di qualsiasi tecnologia anche da quei soggetti non dotati necessariamente di un’ottima perspicacia. Tu sembra aver intrapreso la strada giusta in questo senso. Complimenti, Andrea

Avatar image
Marco 10:00

Ciao Andrea,
scusa ma ho avuto problemi con l’adsl in questi giorni…

Hai ragione, ci sarebbe tanto altro da spiegare però sul come trasferire WordPress ho creato questo video che semplifica molto l’operazione ed è stato apprezzato (forse ti è sfuggito).
Con quel sistema si può clonare un sito e trasferirlo da locale a remoto, trasferire WordPress da un dominio a un altro, ecc…

Riguardo alla guida sulla realizzazione di un Sito/Blog con WordPress l’ho fatta. Una versione gratuita e una più completa (e scalabile) a pagamento.
Inoltre ho pubblicato un articolo con i video principali per installare WordPress
sul fondo di quell’articolo c’è il link per accedere al corso gratuito.

Grazie della tua interessante analisi! 😉

Avatar image
Alessia 11:20

Ciao Marco! Premetto che mastico poco della tua materia, mi sono scaricata Istant WP, istallato e tutto… ma adesso ci voglio mettere dentro il mio sito ma non so come fare. Ho dato un’occhio anche al tuo video per clonare i siti web ma non mi sembra che sia quella la soluzione al mio problema.

Il mio sito web lo ha costruito un’agenzia, volevo cambiare i template senza fare danni, forse meglio abbandonare tutta questa strada e passare a Theme drive (non ricordo tutto il nome..) ?

Alessia

Avatar image
Marco 16:09

Ciao Alessia,
se vuoi solo cambiare tema la funzione “anteprima tema” di WordPress ti permette di vedere il tuo sito con qualsiasi tema e navigare le varie sezioni (senza doverlo attivare).

Per provarlo sul tuo pc invece devi fare un backup completo (o usare Duplicator come mostro nel video) aver sul tuo pc un server locale tipo XAMPP e ricrearlo li.
Se ti interessa questo passagggio rileggi il punto 1 dell’articolo.

Avatar image
Rosa 21:40

Ciao! io ho istallato istant wordpress ma nel momento in cui mi viene richiesto user e password… cosa devo inserire se non mi è finora stato chiesto di sceglierli?

Avatar image
Rosa 22:16

Risolto 🙂 adesso provo a creare il mio sito/blog grazie mille Marco.

Avatar image
Marco 10:27

Ciao Rosa mi fa piacere tu abbia risolto…in bocca al lupo per il sito. Torna a trovarmi. 😉

Lo scrivo per chi avesse lo stesso problema. Di default username e password sono: admin e password
Dati di accesso

Avatar image
franc 17:21

ottimo post, ho provato anche io instant wordpress riesco ad aprire il log in e tutto ma subito dopo le pagine sono lentissime nel caricarsi anzi eterne se si può dire non caricano proprio..

Avatar image
Marco 20:03

Ciao Franc, lo scrivevo proprio ora via email a un’altra persona…è un software un po’ datato e instabile. Copia il link in un altro browser e vedi se ti gira meglio. Io per esempio uso Firefox o Chrome. Grazie del commento. 😉

Avatar image
Massimo 11:15

Vorrei caricare su una cartella di WP esistente un tema su cui fare test senza andare in locale.
Grazie

Avatar image
Marco 14:34

Se ho capito la tua esigenza, puoi installare il plugin Theme Test Drive e provare i temi che vuoi mentre i visitatori vedranno il sito normalmente.

Avatar image
Claudio 13:47

Marco é stato di una disponibilità e cortesia estrema nel darmi delle dritte riguardo alcuni inconvenienti che la mia poca pratica non riusciva a risolvere. I suoi video e le sue spiegazioni si seguono con facilità e creano quel clima di “serenità” anche in un neofita che altrimenti non oserebbe neppure avvicinarsi a certi argomenti. Un sincero grazie.
Claudio

Avatar image
Marco 17:43

Se posso lo faccio volentieri. Grazie a te per il commento Claudio. 😉

Avatar image
gstfv 13:41

Ciao Marzom molto interessante,

io ho preferito usare Easyphp, ma hgo un problema pnel raggungere la pagine del blog da altri pc della stessa rete :

Ho scaricato l’ultima versione di wp in italiano, e
EasyPHP DevServer 14.1 VC11

settato correttamente il file config e creato un blog sul mio pc, raggiungibile da
http://127.0.0.1/blogmio.it/ (blogmio.it è il nome della cartella oltre che quello del sito) oppure da http://localhost/blogbcc.it/ oppure http://localhost:80/blogbcc.it/ … e fin qui tutto ok.

Vado su un altro PC stessa LAN, scrivo l’IP (del pc server) es 10.112.011.182:80/localhost/blogmio.it oppure 10.112.011.182:80/blogmio.it ma nulla, la pagina non è raggiungibile.

Ho provato anche senza porta o utilizzandone un’altra ma nulla
se vado sul browser e scrivo IP accedo alla cartella c( che ho condiviso) accedo, quindi presumo non sia un problema di firewall o condivisione cartella.

Come posso fare?
E’ un problema di porta? Oppure di configurazione del file hosts e se si come va riconfigurato? questo è il file host presente sul mio pc Server
Ho win7

Avatar image
Marco 19:16

ciao Pino, ti segnalo questo articolo che dovrebbe fare al caso tuo: condividere siti e database in una rete Lan P.S.: ho tagliato il tuo post per non “influenzare” l’articolo… 😉

Avatar image
davide 14:56

Ciao Marco, ti posso fare una domanda? Io ho già un sito fatto in PHP vorrei però farlo in wordpress inizierò a provare instant wordpress, se riproduco tutto il sito con instant…. posso poi semplicemente trasferirlo online? o la cosa è più complicata? grazie.

Avatar image
Marco 19:17

Ciao Davide,
si può ma io consiglio IstantWP solo per fare test veloci, se vuoi fare un sito intero meglio se ti affidi a XAMPP o server locali simili.

Avatar image
davide 10:31

Nel server Xampp non mi funziona Mysql. se dovessi continuare con instant wordpress da dove devo copiare i file quando dovrò passare alla modalità online?
Grazie.

Avatar image
Marco 12:24

Ciao Davide, se il tuo server lo supporta puoi usare Duplicator e pensa a tutto lui, altrimenti devi ovviamente creare un backup e trasferire il contenuto della cartella wordpress (la trovi in: iwpserver –> htdocs), cambiando i riferimenti all’installazione locale con quelli del dominio in cui andrai a trasferire il tutto…

Avatar image
davide 15:43

Ho visto che mi trovo bene con instant wordpress, non sò quante limitazioni può avere ma fino ad ora sono andato bene, spero di riuscirci.
Grazie mille, molto gentile.

Avatar image
davide 13:27

Ciao Marco, ma se io nel server online ho già un’installazione wordpress, se copio la cartella htdocs di instant wordpress e poi dove la incollo?
Grazie

Avatar image
Marco 19:08

Ciao Davide,
onde evitare malintesi, ti ricordo che non è un sito in html e non basta fare un copia incolla… Detto ciò, se hai già un installazione dovrai mettere il contenuto di htdocs in una sottocartella. Oppure crei un sottodominio. O trasferisci su un altro dominio… Ciao 😉

Avatar image
Lorenzo 22:03

Salve,

ottima guida, per la gestione multisito con domini specifici e con trasferimento in remoto, quale consiglia? Io sto valutando bitnami multisite, xammp e mamp.

Grazie

Avatar image
Marco 9:31

Salve Lorenzo,
personalmente non mi sono trovato bene con Bitnami multisite (ma l’ho provato tempo fa). Ti consiglio XAMPP. Ora, XAMPP, è patner di Bitnami quindi lo puoi usare da solo e creare tutte le installazioni che vuoi (se sai come fare) oppure scaricare gli add-on di Bitnami e integrare quello che ti serve in un attimo (per esempio WordPress, Joomla, Drupal, ecc…).

Avatar image
lorenzo 0:10

Ciao Marco,

grazie della risposta. Sto utilizzerò xampp e poi l’add-on WPMU per la gestione di multisiti, spero che non mi dai nessun problema. A me interessa soprattutto per questo motivo. Per quanta riguarda il resto, ho trovato delle guide su come installare e trasferire in remoto anche se avrei preferito un sync automatico. Una piccola info, ma per la gestione multisiti, tu cosa usi? Inoltre, se volessi cancellare la cartella di un sito realizzato in locale, basterà trascinarla nel cestino o si incasina il sistema?

Grazie

Avatar image
Marco 8:50

Ciao Lorenzo,
per un multisito preferisco aggiunere il codice a una normale installazione di WoprdPress. Così creo quanti siti o multisiti voglio. Se vuoi cancellare un sito in locale cancella la cartella ed elimina da PhpMyadmin il relativo database e utente. Grazie a te.

Avatar image
lorenzo 12:24

Salve Marco,

purtroppo nel tentare di installare wordpress bitnami mi da il seguente errore su mac, nonostante abbia i privilegi root attivati.

Ecco cosa mostra : If you are going to install this module on top of XAMPP, you will need root privileges. Please become superuser before executing the installer.

Avatar image
Marco 17:16

Ciao Lorenzo, non sono in grado di aiutarti. Non ho riscontrato un problema simile e non uso Mac, mi spiace.

Avatar image
lorenzo 12:38

Scusa Marco, sto avendo tremila casini con Bitnami Multisito, mi chiedevo, se utilizzassi xampp e installassi wordpress normalmente e poi aggiungerei la riga nel codice per la gestione del network multisite, non sarebbe la stessa cosa?

Grazie

Avatar image
Marco 2:04

Ciao Lorenzo, si, fa così. Anch’io uso xampp e aggiungo il codice manualm,ente, lo avevo scritto nel commento appena sopra…

Avatar image
Danilo 11:55

ciao e complimenti per l’articolo molto interessante e ben fatto. Una domanda: ho provato ad installare (caricare) dei nuovi temi mi da questa scritta:

“Il file caricato eccede la direttiva upload_max_filesize in php.ini.”

è un problemma del tema o il programma ha delle limitazioni? grazie ciao Danilo

Avatar image
Marco 16:21

Ciao Danilo, grazie. La limitazione è nel file php.ini che trovi nella cartella server del programma. Se vuoi puoi modificare il valore di default che è 25 mb (lo trovi alla riga 400 di tale file), In alternativa puoi inserire la cartella del tema direttamente nella cartella themes di wordpress: quando avvii InstaWP clicca sull’icona Theme folder e incolla lì la cartella del tema che vuoi caricare.

Avatar image
Danilo 8:29

grazie, meglio lasciare le limitazioni,

mi limiterò a scompattare il tema, ed inserirlo nella cartella,
grazie

Avatar image
Andrea 21:39

Ciao. Innanzitutto complimenti per l’articolo, davvero dettagliato.
Ti scrivo perché ho riscontrato un “piccolo” problema. Ho installato Xampp per provare un sito wordpress in locale, ho effettuato l’accesso al suo pannello di controllo ma nel momento in cui clicco su “sicurezza” la pagina che si apre si presenta vuota come se non la caricasse. L’indirizzo URL cambia correttamente ma la pagina appare bianca. Ho provato sia con Chrome che con IE per vedere se era un problema di browser ma così non è. Sai a cosa può essere dovuto? Magari applicazioni o antivirus che entrano in contrasto?

Avatar image
Marco 10:17

Ciao Andrea e grazie. Purtroppo non sono in grado di aiutarti. Questa cosa succede anche a me con l’ultima versione di xampp (da quando è distribuito da Bitnami). Ho installato anche la versione “originale” di xampp e quella presenta normalmente la sezione sicurezza. Se trovi info in merito fammi sapere tu, se puoi. Grazie ancora e scusa ma non avevo visto il tuo commento. 😉

Avatar image
Marcella 6:00

Marco sto provando di istallare instabuilder in locale in MySQL. Però non mi fa fare il login. Ci metto “root” e “blank password” e mi dice sempre che è impossibile eseguire il login. Hai idea del perché?

Avatar image
Marco 16:54

Ciao Marcella, per Istant WordPress il nome utente è admin e la password, password. Comunque non è possibile provare in locale instabuilder per il sistema di attivazione licenza che utilizzano.

Avatar image
Enrico 11:06

Ciao, espongo il problema per quanto riguarda l’installazione di wp in locale.
Vado ad esplicarvi tutti i passaggio che faccio.. giusto per capire se sbaglio qualcosa anche in questi.

Scarico XAMPP e wordpress da “it.wordpress.org”.
Dopo aver installato XAMPP vado ad abilitare apache e mysql.
Digito localhost ed entro in myphpadmin, qui creo un nuovo database, una nuova utenza assegnando tutti i privilegi a quest’ultima.
Scompatto il file wordpress, inserendo la cartella “wordpress” in htdocs.
Fatto questo, entro nel file (rinominato prima) “wp-config.php” e vado a modificare come segue:
define(‘DB_NAME’, ‘nome database creato in myphpadmin‘)

define(‘DB_USER’, ‘nome user creato in myphpadmin‘)

define(‘DB_PASSWORD’, ‘password creata per l’user in myphpadmin’)

Dopo aver fatto questa operazione, vado a digitare http://localhost/wordpress/wp-admin/, fin qui tutto bene in quanto mi vien fuori la pagina di installazione di wordpress, vado ad inserire il titolo del sito, il nome utente (diverso da quello di myphpadmin) e password (diversa da quella di myphpadmin), inserisco la mail, deseleziono la casella “privacy” e clicco su “Installa wordpress”.

Qui appare il mio problema.
Invece di apparirmi la pagina di installazione completata, mi appare una pagina con il logo di wordpress in alto e una barra bianca subito sotto (nella barra non posso scriverci nulla)

Ho provato a cambiare nome del database e a non creare lo user su myphpadmin ma si riscontra lo stesso problema.

Grazie in anticipo!

Avatar image
Marco 12:50

Ciao Enrico, così su due piedi non mi viene in mente la possibile causa, mai avuto un problema simile.
Un suggerimento: per verificare che non sia un problema di installazione difettosa di xampp (o qualcosa che va in conflitto sul tuo computer), prova a disinstallare tutto, scarica xampp nuovamente e installalo, quindi aggiungi WordPress tramite l’add-on di Bitnami (è fatto apposta x integrarsi). Fammi sapere se risolvi. A presto. 😉

P.S.: dimenticavo, i passaggi che hai elencato sono corretti…

Avatar image
valter 10:20

grazie molte Marco per il tuo prezioso aiuto;
ho seguito quanto hai scritto ed ho installato Xampp e creato il database di Prova; fino a qui, tutto bene; successivamente dopo la parte:

” Una volta installato XAMPP ti basterà creare un database, scaricare l’ultima versione di WorPress, mettere tuutti i file in una cartella (che puoi chiamare come vuoi) all’interno di htdocs e avviare l’installazione come dovessi farlo online”

mi sono piantato, purtroppo;

ho scaricato wordpress in italiano e l’ho copiato nella directory htdocs in una cartella chiamata “prova”
ora il problema è come faccio a completare il lavoro ?
questo non mi è chiaro; se puoi darmi una dritta te ne sono grato;
buona domenica, valter

Avatar image
valter 10:52

ho risolto Marco,
non avevo completato la scrittura del file “wp-config.php” e mi è stato di aiuto quanto ha scritto Enrico e la tua risposta;
ora studio il tutto;
grazie e buona giornata, valter

Avatar image
Marco 10:16

Bene Valter, mi fa piacere.
Grazie del tuo intervento e di avermi avvisato che hai risolto.

Buon lavoro! 😉

Avatar image

Salve Marco, ho letto il tuo articolo e ho voluto scaricare l’applicazione WP per pc. Ovviamente ho scaricato quella disponibile sul sito WP in italiano ma una volta scaricata nella cartella non trovo nessun file per avviarla… ovvero nessun file con estensione .exe! E’ normale? Come posso risolvere?

Avatar image
Marco 15:35

Ciao Alessandra, WordPress non è un classico programma da installare sul computer. Devi aver installato un server locale (come spiego in questa pagina) oppure puoi utilizzare InstantWP (l’ultima applicazione che consiglio in questo articolo). Per capirne di più ti consiglio prima di leggere il punto 1 dell’articolo poi, per vedere come si installa, guarda questa serie di video. Ciao 😉

Avatar image
Sandra 18:29

Ciao Marco,
ho installato InstantWP per cominciare a capire come funziona Worpress. Non riesco però ad accedere a MySQl: dove trovo login e password?

Grazie mille

Avatar image
Sandra 18:32

scusaa… risolto
Qual è il db su cui lavorare? vorrei aggiungere una tabella per gli utenti…
Hai qualche pagina di spiegazioni?

Grazie ancora

Avatar image
Marco 20:07

Ciao Sandra,
il database si chiama WordPress.
Ho solo questo, mi spiace. Non capisco che tabella vuoi fare…cmq non preoccuparti, al massimo elimi se sbagli. Tieni una copia di InstaWP originale. 😉

Avatar image
Aldo 22:28

Ciao, complimenti per l’articolo, davvero interessante e utile, però avrei un problemino magari banale, ho installato su pendrive instant wp, quando entro nella bacheca mi dice che ci sono aggiornamenti, sia per i plugin che la nuova versione di wp 4.1, ho cliccato su aggiorna e dopo parecchio tempo di attesa è uscita la scritta fatal error e non si vedeva più la pagina, anche uscendo e riaccedendo, ho dovuto copiare nuovamente instant wp sulla pendrive, mi sai per caso dire come si fa ad aggiornare wp gentilmente e magari anche in italiano.
Ringrazio anticipatamente
Ciao
Aldo

Avatar image
Marco 10:12

Ciao Aldo e grazie.
Capita…scarica l’ultima versione di WordPress poi copia tutti i file nella cartella wordpress di InstaWP (iwpserver–>htdocs–>wordpress), e sostituisci quelli attuali (tranne wp-config).

Per cambiare la lingua inserisci questa stringa: define(‘WPLANG’, ‘it_IT’); nel file wp-config appena dopo $table_prefix = ‘wp_’; (intorno alle righe 60-70).
Se è già presente una stringa simile per la lingua la sostituisci. Occhio a non copiare spazi vuoti. 😉

Avatar image
Aldo 10:35

Ciao,ho risolto,non avevo visto il video,avevo sbagliato l’installazione,guardando il video in 10 minuti ho installato instant wp e aggiornato ed è in italiano.
Scusa il disturbo e grazie mille per la risposta velocissima.
Buona giornata
Aldo

Avatar image
Aldo 12:00

Ciao, scusa ma avrei un altra domanda da farti, quando devo riaprire il sito che ho salvato che procedura devo seguire? Ho reinserito la chiavetta e ho cliccato su instant wp e non si apre più la pagina, praticamente il sito che ho fatto non lo riesco più a vedere.
Grazie mille
Aldo

Avatar image
Simfan800 16:27

Ciao Marco,mi è molto piaciuta la tua guida,è davvero molto completa.Volevo chiederti una cosa,io gestisco un sito riguardante un gioco :The Sims,e avrei bisogno di usare il plugin sildeshow.Se apporto le modifiche con Instant WordPress con il mio account,sarà visibile il ciò agli altri?Grazie in anticipo per la risposta,che penso mi darai.Buona serata e buona PRE-Vigilia! 😀

Avatar image
Marco 15:38

Ciao,
non son certo di aver capito. Quello che fai con Instat WordPress lo vedi solo tu, poi sarà visibile se replichi l’operazione sul tuo sito online. Buone feste e grazie… 😉

Avatar image
Chiara 10:20

sto provando! dopo tanto tempo, il tuo articolo mi ha spinto a farlo ed evitare di fare le prove sui miei siti online! grazie

Avatar image
Marco 10:11

Ciao Chiara,
scusa il ritardo. Lieto di averti sollecitato. 😉

Avatar image
Grin 19:13

Articolo utilissimo anche per persone che si avvicinano a wordpress per la prima volta! Grazie

Avatar image
Marco 14:12

Grazie a te

Avatar image
valeria 13:55

Ciao Marco,
intanto grazie per questo tutorial utilissimo. Sto creando un nuovo sito e ho appena installato instant wordpress seguendo le tue indicazioni. Dopodiché, appena cerco di installare un nuovo tema che ho comprato, mi viene fatta la richiesta di uploadare il file .zip (che io ho scaricato dopo aver comprato il tema) ma dopo averlo fatto mi dice: The uploaded file exceeds the upload_max_filesize directive in php.ini.

Sapresti aiutarmi?
Grazie mille in anticipo
V.

Avatar image
Marco 19:57

Ciao Valeria,
fa così:

estrai il tema dal file zip e metti direttamente la cartella nella relativa cartella themes.
La cartella themes la trovi aprendo quella in cui hai messo instantWP –> iwpserver –> htdocs –> wordpress –> wp-content
Spero di esser stato chiaro,
Ciao 😉

Commento Pagina: 1 of 2Commenti Successivi »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *