Affiliazioni: perché mascherare i propri link?


La scorsa settimana mi è capitato di leggere un articolo di una giovane blogger, Angie, in cui spiega il suo pensiero riguardo il nascondere i link affiliato dal punto di vista etico, di trasparenza.

Essendo l’onestà, in senso lato, un tema che mi tocca particolarmente ho espresso il mio punto di vista con un breve commento sul Blog di Angie e quindi pensato di spiegare come mi comporto io, e perché, in questo articolo.

Io stesso “nascondo” i link di affiliazione, ma non certo per disonestà o scarsa trasparenza, infatti più volte ho scritto apertamente di aderire ad affiliazioni, il motivo per cui lo faccio però te lo spiego più avanti…

Ccos’è e come si presenta un link affiliato?

Un link affiliato è un collegamento ipertestuale che porta a un prodotto/servizio e che contiene il codice dell’affiliato: se tu vi clicchi sopra e vai ad acquistare il prodotto, potenzialmente, l’affiliato percepisce una commissione.

Ho scritto potenzialmente perché in realtà la cosa dipende da molti fattori, tra cui il sistema di tracciamento, se ti interessa approfondire leggi Affiliazioni, come mi tracci tu…

Andiamo avanti.

Potrebbe presentarsi così:

http://www.autostima.net/shopping/prodotto.php?id_prodotto=232&pp=47423

E lo stesso url convertito in questo modo:

http://bit.ly/gBd5K7

o anche così:

http://www.gamu.it/torre_ad

una bella differenza non credi?

Apparentemente diversi ma che portano tutti alla stessa pagina.

Ok ancora la cosa non è chiara, ma pian piano mi spiego. 🙂

Perché mascherare i link di affiliazione?

Alcuni ritengono sia meglio perché, se il lettore si accorge che chi scrive ha un interesse personale nel consigliare il prodotto, non sia attendibile.

In realtà io credo che chi legge potrebbe guardare la cosa da un altro punto di vista: “se chi consiglia ha anche provato personalmente ciò di cui parla mi può essere maggiormente di aiuto, il fatto che percepisca una commissione genera si un conflitto di interessi ma è anche vero che dando consigli errati pregiudicherebbe la propria reputazione.”

Per questo a me piace parlare di pregi e difetti a prescindere da se sono o meno affiliato a un merchant, importante o meno che sia, e quindi non è questo il punto.

Per quel che mi riguarda, anche se credo che questo concetto valga per la maggioranza, non nascondo i link per non far sapere a te che sono affiliato a un prodotto piuttosto che un altro ma :

1 )

per proteggerli dai furti. Furti?!? Già i link possono essere “rubati”, leggi questo ottimo articolo di Sir Vester in merito;

2 )

in questo modo traccio i click sui link (troppo spesso i “conti” non tornano) per avere delle statistiche e capire cosa funziona o no;

3 )

uso un plugin che mi risparmia molto lavoro e, una volta creato il link, posso fare in modo che lo inserisca in automatico negli articoli in cui vengono scritte specifiche parole chiave;

4 )

Mascherare o meno il link affiliato per l’utente cambia poco nulla, infatti:

  • se è esperto sa benissimo riconoscerlo;
  • se non è esperto probabilmente non conosce la differenza e addirittura, come hai visto nell’esempio che ho fatto all’inizio, il link potrebbe essere molto lungo, poco pratico e gradevole, e contenere caratteri che appaiono strani agli occhi dell’utente e di conseguenza creare diffidenza;

5 )

se cambia il link del commerciante non sono costretto a cambiarlo in ogni articolo, o spazio Web, in cui l’ho usato, mi basta cambiare il link principale.

In Conclusione

Come vedi i motivi per mascherare un link affiliato sono diversi, e non li ho citati tutti, guardarla semplicemente come una tecnica per occultare è sbagliato.

Volendo essere totalmente chiari, in teoria, in ogni punto in cui inserisco un link di affiliazione dovrei dichiarare il mio potenziale tornaconto, ma sarebbe un metodo che, oltre a richiedere parecchio tempo e deturpare il post, probabilmente darebbe noia anche a chi legge.

Io credo che la cosa fondamentale sia essere onesti, e non promuovere prodotti ambigui anche perché sarebbe un boomerang. La soluzione più limpida e meno invasiva(che però non trovo quasi mai sui Siti/Blog Web e considera che la maggioranza usa le affiliazioni) penso sia creare una pagina dedicata dove si dichiara il proprio modo di operare.

Per questo io l’ho fatto, certo perderò le commissioni di chi ritiene consigli determinati prodotti solo per interesse ma, in questo modo, mi sento più libero e assolutamente in linea con i miei principi. 😉

Tu come la pensi in merito?

Potrebbe interessarti

8 commenti in “Affiliazioni: perché mascherare i propri link?

Avatar image

Mi fai vedere una recensione in quest’ambito che non sia accompagnata da un link affiliativo? Voglio dire, una recensione autentica, spontanea, fatta come si facevano una volta. Sono curioso di vederla.
Un abbraccio.

Avatar image
Marco 14:48

Ciao Carlo,
è un piacere averti qua… 🙂

Dal messaggio che hai lasciato mi sembra che non ti riferisci a me ma in generale.

Non so che dirti in merito, posso però farti tranquillamente leggere le mie recensioni, precisando che per me sono tutte autentiche, diciamo quelle senza alcun link affiliativo, ad oggi.

La prima riguarda proprio il tuo sito https://ioliberamente.it/lavorare-da-casa-con-il-blogging-business,
uno dei due articoli che ho scritto sulla tua attività e non sono affiliato

Inoltre se cerchi “Affiliazioni dirette” con almeno la metà di quelle di cui mi sono occupato non ho alcun legame

e ancora, scrivo spesso di aziende di Network Marketing ma non sono iscritto ad alcun Network.

Come vedi qualcuno che non pensa solo a monetizzare c’è ancora e credo siano tanti sul Web 😉

Grazie, un abbraccio a te..

Avatar image
Angie 20:48

Complimenti Marco, sei stato molto efficace e ritornerò a leggere volentieri il tuo utilissimo e bell’articolo.

Ciao

Avatar image
Marco 1:11

Complimenti a te Angie, al tuo modo di ragionare. Il tuo post è stato lo spunto per questa riflessione e mi ha fatto pensare di creare la pagina “Leggimi”.

Ciao e grazie del commento 😉

Avatar image

Assolutamente non mi riferivo a te. So che persona sei e ti seguo con grande ammirazione e stima. Mi riferivo invece alla distorsione che è stata fatta di questo strumento, la recensione, a causa dell’affiliate marketing.

Condivido il pensiero di Angie: promuovere in affiliazione, quando conosci realmente il prodotto, non è sbagliato, ma proprio per questo bisogna dirlo (non nasconderlo). Anzi, io sono dell’opinione che bisogna esplicitarlo.

In ogni caso, la tua risposta non fa testo. Proprio perché non cercavo una tua recensione.
Un abbraccio.

Avatar image
Marco 12:36

Concordo sul fatto di dichiararlo Carlo ma una cosa non esclude l’altra, mi spiego: si possono mascherare i link, per i motivi che ho scritto nel post, ed essere ugualmente chiari dichiarando il proprio tornaconto, magari con una pagina dedicata come ho fatto io.

Ciao e grazie 😉

Avatar image
Franco 1:48

Ciao Marco
sono d’accordo con te per quanto riguarda le motivazioni che hanno spinto anche me a nascondere i link dei prodotti in affiliazione. Per quel che mi riguarda, utilizzo la tecnica del reindirizzamento tramite script php, anche se molto dispendiosa perchè richiede una certa operatività. Sento però di dover affermare che le persone su internet si comportano in maniera un pò bizzarra, nonostante le assicurazioni da parte di chi il prodotto prima lo ha acquistato, testato, commentato e poi promosso in affiliazione. Non so per quale motivo, ma spesso si preferisce andare sul sito del merchant senza passare per il tuo link, come se quella commissione che tu guadagneresti grazie a quel click ed al successivo acquisto, un pò disturbasse…eppure si vive in un mondo online ma anche offline dove si è continuamente invasi da forme pubblicitarie che definire invasive è dir poco.

Avatar image
Marco 19:36

Ciao Franco,
beh il plugin è decisamente più pratico, soprattutto se devi cambiare link, agganciare parole chiave, etc..

Purtroppo quel tipo di comportamento va considerato da una parte di utenti, forse fastidio, invidia, chissà… Ma credo che se dai contenuti utili ai tuoi lettori e riesci a far trasparire la tua onestà alla lunga vieni premiato.

Certo che se uno fa solo promozione poi non deve lamentarsi la diffidenza è il minimo…

Grazie del commento 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *